Per le strade di Francoforte, contro l’austerità e la finanza internazionale

È filato tutto liscio, nonostante le tensioni fabbricate ad arte dalle autorità locali e dalle forze dell'ordine nei giorni passati. La grande manifestazione di Blockupy Frankfurt ha portato in piazza 25mila, forse 30mila persone pacifiche e chiassose. Tanti gli italiani (almeno 600), ma anche i greci, gli spagnoli e i francesi. Tutti insieme per dire no alla troika (Unione europea, Fondo monetario internazionale e Banca Centrale europea),

Gli avvoltoi sulla Grecia

Lo scorso martedì il governo greco, ormai uscente e “tecnico” dato l'empasse politico nel paese, ha preso la sorprendente decisione di ripagare in toto il valore nominale di 436 milioni di titoli del tesoro greco emessi dieci anni fa a tasso variabile ed ora in scadenza. Il beneficiario è stato quel quattro per cento dei creditori greci che non hanno accettato i termini dell'accordo di ristrutturazione del debito di 206 miliardi di Euro avvenuto lo scorso marzo sotto la guida della troika della Commissione europea, Banca centrale europea e Fondo monetario internazionale.

Gli avvoltoi sopra Atene

[di Antonio Tricarico] Dopo la brusca interruzione di venerdì scorso, oggi riprendono i negoziati tra i creditori della Grecia e il governo di Atene sulla ristrutturazione del debito del paese. I governi europei hanno chiesto alle banche e ai creditori privati di rinunciare “volontariamente” fino al 50 per cento del loro debito, anche se secondo i mercati questo al momento vale solamente il 20 per cento del valore iniziale.