Gli avvoltoi sulla Grecia

Lo scorso martedì il governo greco, ormai uscente e “tecnico” dato l'empasse politico nel paese, ha preso la sorprendente decisione di ripagare in toto il valore nominale di 436 milioni di titoli del tesoro greco emessi dieci anni fa a tasso variabile ed ora in scadenza. Il beneficiario è stato quel quattro per cento dei creditori greci che non hanno accettato i termini dell'accordo di ristrutturazione del debito di 206 miliardi di Euro avvenuto lo scorso marzo sotto la guida della troika della Commissione europea, Banca centrale europea e Fondo monetario internazionale.

Dillo ad Alemanno, non svendere le quote di ACEA

La società civile di Roma non ci sta e rispedisce al mittente l’idea che l’amministrazione comunale possa vendere ai privati un ulteriore 21 per cento della sua quota dell’Acea. Per questo motivo negli ultimi giorni ha lanciato il sito web www.dilloadalemanno.it

Con i greci, e con chi in Germania contesta la Merkel

[di Antonio Tricarico] Frau Merkel ha dovuto cancellare all'ultimo momento la visita a Roma prevista in data odierna per far fronte a un significativo scandalo di corruzione a casa propria. Il presidente della Repubblica Christian Wulff ha infatti dato le dimissioni ammettendo di aver accettato favori da un imprenditore. Uno smacco politico enorme...

Speculare fino alla morte

In questi giorni ha sollevato molta indignazione la scoperta che la Deutsche Bank, tra i principali colossi bancari al mondo – nonché importante compratore del debito pubblico italiano – ha lanciato un nuovo titolo obbligazionario il cui rendimento ultimo è legato alla longevità di un gruppo scelto di anziani.

Il sole della Grecia e la “strana” solidarietà tedesca

[di Elena Gerebizza] Qualche giorno prima dell'annuncio del referendum in Grecia, il commissario europeo all'Energia Gunther Oettinger, il direttore generale all'energia Philip Lowe, e Horst Reichenbach, responsabile della task force europea sulla Grecia hanno discusso una singolare soluzione per “permettere” alla Grecia di pagare una parte del suo debito.

« Articoli precedenti