Diario dall’assemblea degli azionisti dell’ENI

di Elena Gerebizza. Partecipare all'assemblea degli azionisti Eni è stato un viaggio surreale nelle dinamiche politiche di un Paese in crisi. In crisi è l'Italia, il cui esecutivo è l'azionista principale dell'Eni, attraverso la Cassa Depositi e Prestiti e il Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Assemblea degli azionisti dell’ENI, CRBM sostiene le richieste della società civile nigeriana

Roma, 8 maggio 2012 - Il direttore dell’organizzazione nigeriana Environmental Rights Action Godwin Ojo è intervenuto oggi all’assemblea degli azionisti dell’Eni per chiedere alla compagnia di rispettare le leggi della Nigeria e tutelare così gli interessi e i diritti delle comunità del Delta del Niger, dove l’azienda opera da oltre 40 anni.

Nigeria: il petrolio scorre dove la terra sanguina. Il 7 e 9 maggio a Roma

L’inquinamento causato dalle aziende petrolifere nel delta del fiume Niger, in Nigeria, continua a danneggiare il suolo, l’acqua e l’aria mettendo a rischio la salute e i mezzi di sostentamento della parte più povera della popolazione. Per raccontare il devastante impatto delle multinazionali petrolifere – tra cui Eni e Shell - che operano nella regione, Amnesty International Italia, CRBM e Fondazione Culturale Responsabilità Etica organizzano una serata dedicata ai diritti umani e all'ambiente nel Delta del Niger.

Kazakistan, continue violazioni dei diritti umani nel settore petrolifero

[di Elena Gerebizza] Il Parlamento europeo alcuni giorni fa ha passato una risoluzione che stigmatizza le pesanti violazioni dei diritti umani perpetrate in Kazakistan ai danni di migliaia di lavoratori del settore petrolifero.

UE, la grana delle sabbie bituminose

[di Elena Gerebizza] La questione delle sabbie bituminose ritorna al centro del dibattito delle istituzioni europee. Area di scontro da qualche tempo oramai è la Direttiva sulla qualità dei combustibili (Fuel Quality Directive) in discussione dal 2009 e orientata a ridurre del sei per cento le emissioni derivate dall'utilizzo di carburanti nel territorio dell'Unione Europea entro il 2020.

« Articoli precedenti