Unicredit, accuse di greenwashing dalla Slovenia

I gruppi della società civile slovena criticano la banca italiana, che firma la Dichiarazione sul Capitale Naturale in vista di Rio+20 ma poi finanzia un impianto a carbone a due passi dall’Italia. Le comunità impattate dai danni ambientali provocati dalla centrale a carbone slovena di Sostanj, finanziata dall’Unicredit, hanno manifestato stupore e disappunto alla notizia che la banca italiana ha sottoscritto la Dichiarazione sul Capitale Naturale, sbandierando così ai quattro venti le sue presunte credenziali “verdi”.