Carneade, chi era costui?

Il dodicesimo presidente della Banca mondiale sarà ancora una volta un americano, come sempre accaduto dalla creazione dell'istituzione nel 1944. Jim Yong Kim non è certo un tipico nome a stelle e strisce; tuttavia il nuovo presidente, sebbene nato in Corea del Sud, vive negli Usa da quando aveva cinque anni ed è cittadino statunitense.

Doppio gioco intorno alla Banca mondiale

[di Antonio Tricarico] Il Presidente Barack Obama ha fatto la sua scelta. In extremis ha candidato il professor Jim Yong Kim, sconosciuto ai più, alla presidenza della Banca mondiale.

Obama, una scelta radicale per il nuovo presidente della Banca mondiale?

Robert Zoellick è l’unico neo-con sopravvissuto all’era Bush, dal momento che lasciò in tempo la barca che stava per affondare. Il prossimo 30 giugno il suo mandato come presidente della Banca mondiale scadrà senza che lui si riproponga per un secondo periodo alla guida dell’istituzione con sede al 1818 di H Street, a Washington.