Obama, una scelta radicale per il nuovo presidente della Banca mondiale?

Robert Zoellick è l’unico neo-con sopravvissuto all’era Bush, dal momento che lasciò in tempo la barca che stava per affondare. Il prossimo 30 giugno il suo mandato come presidente della Banca mondiale scadrà senza che lui si riproponga per un secondo periodo alla guida dell’istituzione con sede al 1818 di H Street, a Washington.

La Banca delle infrastrutture

[di Elena Gerebizza] Grandi infrastrutture per uscire dalla povertà. A parlarne è la Banca Mondiale, che in seguito al G20 di Cannes dello scorso novembre ha pubblicato una revisione della propria strategia sulle grandi opere, intitolata “ Trasformazione attraverso le infrastrutture”.

Banca mondiale, prestiti agli Stati subordinati ai risultati

La Banca mondiale ha annunciato una nuova tipologia di prestiti a favore dei Paesi che ne faranno richiesta. Si tratta di linee di credito che saranno subordinate al raggiungimento di una serie di risultati considerati elementi-chiave per valutare il reale sviluppo sociale ed economico...

Banca mondiale fuori dal clima

La CRBM è tra i promotori di questa campagna internazionale che si oppone all’ingerenza della Banca mondiale nel negoziato sul clima e alla visione ideologica proposta dall’istituzione rispetto alla gestione della finanza per il clima.